Microsoft rilascia un altro batch di aggiornamenti cumulativi per varie versioni di Windows 10 il terzo martedì del mese.

Sebbene l’aggiornamento apporti molte correzioni di bug e miglioramenti, non possiamo ancora ignorare i vari bug che porta con sé. Tuttavia, gli utenti hanno già segnalato di aver riscontrato alcuni bug dopo l’installazione di KB4489894.

Kb4489894 problemi noti

1. Le applicazioni non rispondono

Microsoft riconosce il fatto che l’installazione dell’aggiornamento attiva un bug in MSXML6. Questo errore impone a diverse applicazioni di smettere di rispondere nel caso in cui le operazioni sui nodi insertBefore (), appendChild () e moveNode () generino un’eccezione.

Quando un utente tenta di modificare un oggetto Criteri di gruppo (GPO), l’Editor criteri di gruppo potrebbe smettere di rispondere.

Microsoft sta attualmente lavorando per risolvere il bug e promette di rilasciare una correzione nella prossima versione.

2. Problema con i driver del protocollo dell’applicazione

Gli utenti potrebbero dover affrontare problemi iniziali relativi ai siti attendibili di IE e all’applicazione corrispondente per l’intranet locale.

Il fattore principale alla base del bug sono gli schemi URI personalizzati per i gestori del protocollo dell’applicazione.

Microsoft suggerisce agli utenti di provare la seguente soluzione alternativa:

Usa il tasto destro per aprire il file Collegamento URL in una nuova scheda o finestra.
anzi
, puoi anche abilitare il modalità protetta in IE per intranet locale e siti attendibili.

  1. Vai a Utensili > Opzioni Internet > Sicurezza .
  2. Entro Seleziona una zona per visualizzare o modificare le impostazioni di sicurezza , Selezionare Intranet locale e poi seleziona Abilita la modalità protetta.
  3. Si prega di selezionare Siti attendibili e poi seleziona Abilita la modalità protetta .
  4. Scegliere bene .

Le modifiche verranno applicate correttamente dopo il riavvio del browser.

Gli utenti dovranno attendere il prossimo aggiornamento per risolvere il problema.

  • CORRELATO: Cosa fare se il desktop non è disponibile dopo l’aggiornamento di Windows 10

3. L’avvio del programma client Secure Shell (SSH) non è riuscito

Gli utenti potrebbero anche riscontrare un errore che limita l’avvio del programma client Secure Shell (SSH).

L’errore viene attivato dopo l’installazione dell’aggiornamento nei seguenti casi:

  1. L’utente dispone di un sottosistema Windows per Linux (WSL)
  2. L’inoltro dell’agente è stato abilitato tramite un’opzione o una configurazione della riga di comando (ssh –A)

Microsoft promette di apportare una correzione permanente al bug nella prossima versione. A questo punto è possibile utilizzare una configurazione o un’opzione della riga di comando (ssh –a) per disabilitare l’inoltro della connessione per l’agente di autenticazione.

4. Problema di avvio del dispositivo

L’aggiornamento porta un altro bug per gli utenti quando un dispositivo server di Servizi di distribuzione Windows (WDS) che utilizza l’estensione della finestra variabile viene avviato con Preboot Execution Environment (PXE).

Di conseguenza, quando l’utente tenta di scaricare un’immagine, la connessione al server WDS potrebbe terminare prematuramente. Tuttavia, i dispositivi oi client che non utilizzano l’estensione della finestra variabile non devono correggere l’errore.

Il gigante della tecnologia sta attualmente lavorando al bug e per ora può essere risolto seguendo una di queste soluzioni:

Soluzione 1
Apri un prompt dei comandi dell’amministratore e digita quanto segue:

Wdsutil / Set-TransportServer / EnableTftpVariableWindowExtension: No

Soluzione 2
Utilizza l’interfaccia utente di Servizi di distribuzione Windows.

Apri Servizi di distribuzione Windows da Strumenti di amministrazione di Windows.
Espandi Server e fai clic con il pulsante destro del mouse su un server WDS.
Apri le sue proprietà e deseleziona la casella Abilita estensione finestra variabile nella scheda TFTP.

Soluzione 3:
imposta il seguente valore di registro su 0:

“HKLMSystemCurrentControlSetServicesWDSServerProvidersWDSTFTPEnableVariableWindowExtension”.

Notare che il servizio WDSServer deve essere riavviato dopo che l’estensione della finestra variabile è stata disabilitata.

5. Errore di schermata blu

Microsoft avvisa gli utenti che dovranno affrontare un arresto anomalo del sistema e un errore di schermata blu all’avvio se abilitano i caratteri definiti dall’utente finale (EUDC) per carattere.

Gli utenti che attualmente risiedono in regioni non asiatiche dovrebbero evitare la configurazione particolare.

La società suggerisce che gli utenti si astengano dall’abilitare EUDC per fonte fino a quando non viene rilasciata una correzione di bug.

Facci sapere nella sezione commenti qui sotto se hai riscontrato problemi diversi da quelli menzionati nell’articolo.

ARTICOLI CORRELATI DA VEDERE:

  • Come ripristinare le sessioni precedenti in Microsoft Edge
  • FIX: Microsoft Store ha smesso di funzionare dopo l’aggiornamento di Windows 10
  • notizie di Windows 10
  • aggiornamenti di Windows 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar